La moglie di Ruud Gullit ha chiesto il divorzio

Dodici anni di matrimonio e quattro di fidanzamento, tanto è durato il rapporto tra Ruud Gullit e Estelle, la sua terza moglie. Quindici anni di differenza tra i due, 48 lui e 33 lei, si erano conosciuti quando lei aveva ancora 17 anni e lui due matrimoni falliti alle spalle. La coppia ha due figli, Joelle e Maxim, ma questo non è bastato a tenerli insieme e lei ora si consola con il campione dei pesi massimi di kickboxing Badr Hari, di origini marocchine, di 21 anni più giovane del calciatore e di 6 anni più piccolo di Estelle.

A raccontare i dettagli della separazione da Gullit e del suo nuovo amore con Badr è proprio la bionda Estelle, in un'intervista al giornale olandese De Telegraaf:

«Ruud deve sapere una cosa: non è Badr che mi ha portata via da lui, ma è Ruud che mi ha buttata via. Io volevo dirlo ai bambini, ma non mi è stato possibile. Ruud non si è reso conto di quello che stava succedendo, ma questo capita quando sei troppo impegnato con altre cose, e adesso è infastidito e confuso e si è arrabbiato moltissimo quando gli ho detto che sapevo tutto e che lo mollavo. Volevo passare il resto della mia vita con lui e non voglio dimenticare i bei momenti che abbiamo vissuto insieme, perché altrimenti non sarei rimasta con lui 16 anni. Non vedevamo l’ora di mettere su famiglia: Ruud è un padre adorabile e questo fa sempre sciogliere una donna, ma sappiamo tutti che essere un buon padre non è sufficiente».

Pochi giorni fa, parlando con i media olandesi, l’ex giocatore del Chelsea, oggi commentatore di Sky Sports, aveva lasciato intendere che stava per divorziare «a causa di recenti sviluppi nel mio matrimonio», senza però entrare in dettagli. Secondo l'ex signora Gullit il motivo della sua decisione risiede invece nei continui tradimenti di lui:

«Ruud ha sempre avuto delle storie, che ovviamente io sapevo e che ovviamente lui ha sempre negato, e non si trattava di episodi occasionali, bensì di pura lussuria. La prima volta che l’ho affrontato su questa cosa non eravamo nemmeno sposati. La mia fiducia in lui è diminuita nel corso degli anni, quando eravamo con gli amici mi stampavo un finto sorriso in faccia per nascondere la delusione e la sofferenza, ma alla fine ormai non gli credevo nemmeno più e a quel punto mi sono chiesta su cosa fosse davvero basato il nostro matrimonio. Ruud non si è mai reso conto di quanto mi abbia ferita e fatta soffrire in questi anni e alla fine ho voluto mettere fine al mio dolore. Lui non è una cattiva persona, ma ha solo un vizio particolarmente brutto, e gli auguro di trovare qualcuna che possa renderlo davvero felice, perché è chiaro che in questi anni io non sono riuscita a farlo».

E lei spera ora in questo nuovo amore.

Fonte: Corriere della Sera
Foto: TMNews

  • shares
  • +1
  • Mail