Francesco Facchinetti si compra un paese?

L'ex Dj Francesco cerca soci per comprare Consonno, la Las Vegas nostrana degli anni Settanta.

C'è chi progetta di comprarsi una macchina nuova, oppure addirittura medita di traslocare in un'altra casa, magari più spaziosa rispetto all'attuale. Francesco Facchinetti, invece, vuole fare le cose in grande: pare che abbia tutte le intenzioni di comprarsi un paese. Intero.

Schermata 2014-09-14 alle 11.51.45

Per essere più precisi, si tratta della frazione collinare di Consonno che si trova nel comune di Olginate (Lecco). Negli anni Settanta questa località era diventata una sorta di Las Vegas italiana per volontà dell'imprenditore-conte Mario Bagno. Di lì a poco tempo, però, i fasti vennero messi da parte per lasciare il posto alla desolazione più totale. Una desolazione a cui oggi Francesco Facchinetti vorrebbe mettere fine, complice l'annuncio di vendita della frazione comparso sul sito di un'agenzia immobiliare:

Voglio comprare Consonno per creare una palestra di creatività per i tanti giovani che non hanno uno spazio. Penso che sia un progetto che può interessare anche marchi importanti dell'industria italiana: contatterò l'immobiliare per capirne di più.

Questo l'annuncio di Facchinetti al quotidiano La Provincia di Lecco. L'operazione avrebbe naturalmente un costo enorme: dodici milioni di euro è il prezzo fissato dall'agenzia per l'acquisto di Consonno, senza contare i soldi che poi andrebbero spesi per la sua ristrutturazione totale:

Magari potrebbero servire anche meno soldi, forse 8 o 9 milioni di euro. Voglio vedere se riesco a trovare dei finanziatori che insieme a me vogliano costruire in questo paese una palestra di creatività per poter dare a tutti coloro che hanno passione artistiche di testarsi, confrontarsi e incontrarsi. In America c’è la Silicon Valley, lì chiunque ha un’idea può andare e trovare qualcuno che lo ascolta. Vorrei fosse così anche per Consonno.

E proprio per ribadire la serietà delle proprie intenzioni, Facchinetti ha affidato alla propria pagina Facebook ufficiale un messaggio che mira a trovare finanziatori in grado di aiutarlo in questa impresa. Se non ora quando?

LA CITTÀ DEI GIOVANI
Chiamatemi matto, chiamatemi folle, chiamatemi sciocco ma io non smetterò mai di sognare.
Consonno, città fantasma. Da 50 anni non ci abita più nessuno ed ora è stata messa in vendita. Si trova a 30 minuti da Milano, vicino a Lecco. È lì che vorrei fare la CITTÀ DEI GIOVANI. Ho sempre sognato di poter veder nascere in Italia un posto dove i ragazzi si possano confrontare, raccontare le loro esperienze, realizzare i propri progetti, far nascere nuove avventure, mettersi sul banco di prova e imparare un mestiere con la sicurezza che poi un posto di lavoro lo troveranno. Ora abbiamo la possibilità di realizzare tutto questo. Parlo al plurale perché ovviamente un progetto del genere non posso realizzarlo da solo. Ho bisogno di qualcuno, come me, che abbia voglia di dare una possibilità ai giovani, perché sono SOLO I GIOVANI il futuro di questo paese. Mi rivolgo ad aziende ITALIANE o che hanno fatto la storia nel nostro paese con Ferrero, Barilla, Telecom, Emi, Fiat Group, Poste Italiane, Edison, Fininvest, Enel, Luxottica, Ferretti e tante altre. A piccoli e grandi imprenditori che hanno capito che questo paese può rinascere solo se diamo una possibilità ai nostri ragazzi di dimostrare QUA, in ITALIA, quello che valgono. Io sono aperto a qualsiasi confronto e spiegazione di quello che vorrei fare. Sapete dove trovarmi.
Grazie e facciamo in mondo che questo non sia uno dei tanti sogni che rimarranno incastrati nei cassetti.
L'ITALIA ha bisogno di NOI.
I GIOVANI hanno bisogno di NOI.
FACCIAMOLO ORA.
Diffondete e condividete la notizia più possibile.
Abbiamo bisogno di tutti voi
Grazie.
F.

  • shares
  • +1
  • Mail