Edoardo Costa, in esilio dall'Italia ora recita in Turchia (ed è amico di Rihanna)

Edoardo Costa svela su Facebook la sua nuova vita di attore internazionale, in attesa dell'appello per truffa


Il lupo perde il vizio (si spera), ma non l'abito sartoriale. In fondo tutti hanno bisogno di una seconda occasione. Va dato atto a Edoardo Costa di non aver cercato (per ora) l'espiazione nei salotti di Barbara D'Urso, ma di essersi dato a un sano esilio, cercando di cavalcare l'onda del successo internazionale.

Lui, che è stato l'antesignano dei portfolio con le celebrità internazionali e che si è sempre vantato di essere amico di Bruce Willis e Dustin Hoffman (ora anche Rihanna è diventata 'sua amica', dopo una foto estorta a una cena), oggi si è dato a giri artistici più esotici. Ha appena caricato su Facebook - che sponsorizza la sua pagina (!!!) - degli scatti dal set di Panzehir, un nuovo film turco (sicuramente imperdibile) che sta girando in questo periodo.

Alla prima del suo nuovo impegno professionale Costa ha voluto riassaporare i riflettori sul red carpet, che ormai in Italia difficilmente gli riverrà steso. Prima di recitare in Panzehir ha lavorato a un altro film in Russia, mentre in Afghanistan ha recitato in The Black Tulip, che è stato pure presentato a New York.

Insomma, Costa non disdegna la bella vita all'estero, mentre da noi è stato condannato in primo grado a 3 anni di reclusione, con una multa di 2.000 euro e risarcimenti per complessivi 7.000 euro per truffa e appropriazione indebita, venendo prosciolto dall'accusa di falso. A smascherarlo, in quello strano Paese che è l'Italia, fu Striscia la notizia, a cui l'attore aveva risposto negando tutto in un video ancora online su Youtube (lo potete vedere qui in alto).

Non è facile che lo showbiz nostrano, in cui pure la redenzione della pecora nera è sempre all'ordine del giorno, lo scagioni per quello che ha fatto. Ricordiamo, infatti, che stando ad indagini accertate, l'ex attore di Vivere si sarebbe appropriato di parte del denaro che era stato versato in beneficenza all'associazione da lui fondata. Con la C.I.A.K. Costa avrebbe dovuto aiutare in maniera disinteressata i bambini poveri in Kenya e gli abitanti delle favelas a Rio De Janeiro.

In attesa dell'appello, il bell'Edoardo "se la gode" in terra straniera e sui social network, in cui scrive in inglese con traduzione in italiano per tenersi aperte entrambe le porte.

Edoardo Costa, le foto della sua nuova vita all

Edoardo Costa, le foto della sua nuova vita all'estero

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 10 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail