Josh Hartnett racconta la sua fuga da Hollywood

La confessione dell'attore: "Ero solo e non mi fidavo di nessuno"

Basterà la serie Penny Dreadful a riaccendere la stella di Josh Hartnett? La curiosità è tanta e in molti attendono l'attore 36enne al varco. La sua storia è a dir poco singolare: dopo un inizio di carriera folgorante, Hartnett ha preferito allontanarsi da Hollywood, compromettendo così quella che sembrava un'ascesa irrefrenabile nell'Olimpo dei grandi del cinema. In occasione del lancio della nuova serie di cui è protagonista, l'ex idolo delle adolescenti ne ha parlato con i tipi di Details, approfondendo i motivi di un addio così inspiegabile.

Ero sulle copertine di tutti le riviste. Non potevo andare da nessuna parte. Non mi sentivo a mio agio, ero solo e non mi fidavo di nessuno. Così decisi di tornare in Minnesota per rivedere i miei vecchi amici. Per qualche mese ritornai a frequentare anche la fidanzatina del liceo. Per 18 mesi non ho lavorato.

Josh Hartnett

Nessun rimpianto per quel periodo, ma, in termini professionali, l'isolamento è costato molto a Josh. Il mantello da supereroe non gli si addice.

Si era parlato di Spider-Man e anche di Batman. Ma in qualche modo sapevo che quei ruoli potevano definirmi e non era qualcosa che volessi. Non volevo essere etichettato come Superman per il resto della mia carriera. Avevo 22 anni, ma già conoscevo i pericoli.

Nonostante la fama di cucador - fra le sue fiamme annoveriamo Penélope Cruz, Scarlett Johansson e Sienna Miller - l'attore ha confessato un inaspettato nervosismo quando si tratta di chiedere ad una donna di uscire. Bello, dannato...e timido?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail