Uomini e donne, Emanuele Trimarchi: "Ho sbagliato con Anna Munafò, mi dispiace averla fatta soffrire"

Il mea culpa del corteggiatore romano: "Mi rimprovero di non esser stato pronto a concederle ciò che lei cercava: lei è una bravissima ragazza e merita veramente qualcuno che la faccia star bene. Forse ho sbagliato tante cose con lei e me ne prendo tutte le colpe"

In una lunga intervista concessa a Isaechia.it, Emanuele Trimarchi ha commentato la fine della sua storia con Anna Munafò. L'ex corteggiatore ha spiegato di aver partecipato a Uomini e donne perché "avevo voglia di provare a fare una nuova esperienza" e si è detto stupito di aver visto in quello studio televisivo " l’Emanuele fragile, l’Emanuele che piange". Quindi ha raccontato il colpo di fulmine provato non appena ha visto la tronista:


Il colpo di fulmine è arrivato perché Anna è una bellissima ragazza, veramente bella! Il primo impatto è stato quel sorriso: lei aveva tutto quello che poteva piacermi in una donna. Nelle esterne ci siamo cominciati a conoscere, a raccontarci. Il sentimento è nato perché oltre a questa sua bellezza lei è molto dolce, disponibile. Con lei stavo bene all’inizio, ridevamo e scherzavamo. Ero sereno e ben presto ho dimenticato di essere in un programma televisivo. Nelle esterne provavo a pensare ad un posto che potesse piacere a lei o che potesse aiutarmi a raccontare qualcosa di me. Quando ero con lei stavo bene, ve l’ho detto, ma quando ho cominciato a capire che Anna mi piaceva non solo fisicamente ma anche per altro, sinceramente lì è subentrata anche la gelosia: il solo pensiero che dopo essere stata con me usciva con altri due ragazzi mi provocava una forte gelosia!

Emanuele ha quindi chiarito perché ha detto sì ad Anna, nonostante il percorso nel programma fosse stato pieno di liti e ostacoli:

Ho detto di ‘Sì‘ ad Anna perché in quel momento tra noi c’erano state molte incomprensioni, i pianti, le accuse… ma io provavo un sentimento per lei, un sentimento forte, e quando ho capito che lei mi aveva scelto, e che quindi il sentimento non era solo da parte mia, mi sono sentito al settimo cielo! In quel momento, per come sono impulsivo io, se ci fosse stato un prete lì davanti me la sarei sposata!

La sensazione di serenità e tranquillità c'è stata anche nel corso del viaggio che i due hanno compiuto seguiti dalle telecamere. Emanuele ha però precisato:

Il viaggio è stato fatto subito dopo la scelta, quando ancora non eravamo entrati nel nostro quotidiano. È stata un’esperienza fantastica, magica, non pensare a problemi e stare solo con lei. Io non ho sentito nessun campanellino d’allarme. Pensavamo alla convivenza, all’amore… era tutto bellissimo e io mi sentivo pazzo di Anna! Potevo gridarlo al mondo. Ma anche lì, comunque, eravamo ancora nel vivo del programma. Io alla mia ragazza se non fosse stato per il programma oggi come oggi non l’avrei mai potuta portare in quel posto fantastico. Lì era tutto perfetto, stavamo vivendo una favola. Le basi pensavo che ci fossero per andare avanti..

Ed invece, la storia d'amore, dopo pochi mesi, è finita. Perchè Maria De Filippi non c'era più, si potrebbe rispondere in sintesi:

Nel programma ti senti in una teca, è come se vivessi una vita che non è tua. Lì avevo spesso Maria De Filippi che mi aiutava a capire sia i miei sentimenti sia a capire Anna. Le incomprensioni noi le abbiamo avute perché non ci capivamo, ma Maria era lì sempre pronta ad aiutarci e a fare chiarezza nei nostri sentimenti. Io forse non mi so spiegare, forse nemmeno nell’ultima registrazione mi sono saputo spiegare, è una cosa che mi ha detto anche Anna uscendo dal programma. Ho detto che forse il problema è stato che non sono innamorato di lei, nel senso che fuori dal programma io - nonostante tutti dicano che faccio serate e mi diverto - sono ritornato alla vita che facevo prima: dal lunedì al venerdì mi alzo alle 6 e vado a fare l’elettricista. Il sabato sì, faccio le serate, ma chi non le farebbe se anche solo per due mesi avesse la possibilità di mettersi dei soldi da parte per pensare di andar via di casa, per affittarsi anche solo una stanza? Tutti che criticano le serate, ma non è che il resto della settimana lo passo dentro un centro benessere! Con Anna fuori non ha funzionato, la distanza ha influito molto, ma con le prime discussioni io mi sono chiuso in me stesso: lei uscita da lì era a mille e se all’inizio ero a mille anch’io poi non è scattato quell’amore folle che mi facesse lasciare tutto e correre da lei. Forse potevamo frequentarci di più, è vero, ma io durante la settimana lavoravo, la sera ero stanco, ci sentivamo ma ormai anche per telefono litigavamo… e lì non avevamo di certo Maria De Filippi che ci diceva ‘Fermi tutti, cerchiamo di analizzare perché litigate…‘!

Emanuele ha ribadito che "le migliori intenzioni c’erano e il sentimento anche", ma "non è scattato quel sentimento folle e più forte che mi facesse dire “Ok, lascio la mia famiglia e vado da lei“:

Ho avuto paura e questa paura per me è stata un freno… Ci siamo visti poco e abbiamo litigato. Io mi prendo le mie responsabilità, per questo ho detto che forse non mi sono innamorato abbastanza quanto magari lo era lei di me…

L'ex corteggiatore romano ha smentito di essersi montato la testa, si è detto consapevole che "la notorietà oggi c’è, domani non più… i miei amici e la mia famiglia, loro sì che ci saranno sempre" ed ha al tempo stesso rivendicato la scelta di fare le serate. Quindi è tornato ad analizzare la sua storia con Anna, riempiendola di complimenti:

Anna è così, è una donna vera, matura. Non è una ragazza free. Io e Anna siamo due persone orgogliose, due caratteri forti, e fuori abbiamo capito che siamo veramente incompatibili. Lei uscita dal programma cercava subito una storia stabile, una convivenza, ma credo che per una convivenza servano delle basi ben salde ed una disponibilità economica che io in questo momento non ho di certo. A 24 anni lo reputo un passo importante per la mia vita e credo sia giusto anche conoscere meglio la persona che hai davanti prima di prendere una decisione così impegnativa, no? Forse se avessimo avuto una relazione più free saremmo durati un po’ di più, ma - essendo noi due persone gelose - credo che i litigi sarebbero arrivati lo stesso anche in quel caso.

emanuele trimarchi

Nel corso dell'intervista Emanuele ha ammesso esplicitamente di aver commesso degli errori nei confronti di Anna:

Mi rimprovero di non esser stato pronto a concederle ciò che lei cercava: lei è una bravissima ragazza e merita veramente qualcuno che la faccia star bene. Forse ho sbagliato tante cose con lei e me ne prendo tutte le colpe, ma la cosa che in questo momento mi fa stare male è averla fatta soffrire. Ma da parte di entrambi è nata questa cosa, era inutile insistere su ciò che non era partito. Comunque entrambi abbiamo provato a vivere quest’esperienza al di fuori ed insieme ci siamo resi conto che non poteva nascer nulla…

Dopo aver ribadito che "ho sempre capito di avere davanti a me una donna", Emanuele ha escluso che l'Aicos, l'agenzia che rappresenta entrambi abbia svolto un ruolo di disturbo nei confronti della storia d'amore:


Per me l’Aicos non è mai stata un’agenzia. Conosco Eliana e Pamela da una vita, loro ci rappresentano a livello di serate, ce le organizzano. Poi io ho sempre frequentato Eliana, lei conosce la mia famiglia, i miei amici, ma non si è mai “intromessa” nella mia vita. Lei c’è sempre stata prima di Anna e ci sarà anche dopo, ma non come manager, come amica. Poi è nato un rapporto di amicizia anche tra loro e Anna, quindi non capisco le critiche. Il nostro “non viverci” non è dipeso da Eliana e Pamela, loro non sono mai entrate nella nostra vita di coppia se non per cercare di aiutarci a parlare, a chiarire e a spiegarci!

Trimarchi ha assicurato che "Al momento no, non credo ci sia alcuna possibilità" di tornare insieme ad Anna. Dopo aver ribadito che "la maggior parte delle responsabilità sono mie", "ma ricordiamoci che in un rapporto di coppia le decisioni si prendono sempre in due", si è detto sicuro che Anna non tornerà a Uomini e donne per corteggiare Marco Fantini.

Non penso lei possa scendere per Marco: Anna anche in studio ha detto di essere convinta della scelta che ha fatto. La conosco troppo bene non scenderebbe mai per lui..

In chiusura il 24enne elettricista ha confessato di non essere pronto per una nuova storia d'amore. E nemmeno per il trono:

Se me l’avesse proposto oggi la mia risposta sarebbe stata 'No'.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: