Grande Fratello e poi, Lorenzo Battistello: "Prendevo 10 milioni a sera, ora per vivere faccio caffè"

Lorenzo Battistello confessa di aver avuto un periodo di crisi per il mancato avvio della sua carriera in tivvù dopo il Grande Fratello.

Ma voi ve lo ricordate Lorenzo Battistello? Lo chef dalla faccia pulita della prima edizione del Grande Fratello che poi sparì nel nulla come la maggior parte dei suoi coinquilini senza che nemmeno una puntata di Chi l'ha visto? si occupasse della sua scomparsa? Ecco, lui. L'allora ragazzo, oggi quasi quarantenne, racconta tutto il dispiacere provato nel vedersi lentamente eclissare dai nostri piccoli schermi, nonostante un inizio di carriera molto promettente.

Beh, forse "molto promettente" non è il modo migliore per definire la sua breve ascesa e caduta tivvù, ma sta di fatto che l'occhialuto chef era riuscito ad aggiudicarsi pure un programma Mediaset dal gustoso titolo Mezzogiorno di Cuoco che, per un breve periodo doveva avergli fatto pensare: Antonella Clerici chi? Peccato che i fornelli non gli abbiano portato molta fortuna catodica dato che, una volta finita la stagione, del format e del suo conduttore non si seppe più nulla.

Ah, ma quel tantino di celebrità Battistello se l'è vissuta alla grande, eh? Considerato che a quei tempi pure Francesca Piri, prima eliminata dal reality condotto da Daria Bignardi, riusciva a portarsi a casa un milione di lire a serata, figuriamoci quanto riusciva a racimolare il nostro osannatissimo, a quanto dice, Lorenzo che per quella cifra non avrebbe mosso nemmeno un piedino. Sentite un po' perché:

Nei primi mesi, dopo la fine del Grande Fratello, giravo come una trottola per l’Italia. Una sera a Milano, l’altra a Palermo. Ovunque andassi venivo osannato dal pubblico. C’era da perdere la testa per tutte quelle attenzioni. E per i soldi che mi mettevo in tasca senza fare niente. Per un periodo sono riuscito a guadagnare anche dieci milioni di lire a sera. Cifre da capogiro. Mi sembrava impossibile, ma anche in quel caso era tutto vero. Guadagnavo e spendevo in cretinate. Senza preoccuparmi del futuro. Sentivo di avere il mondo in pugno. E, da ambizioso ragazzo di provincia che ero, stavo realizzando il sogno di entrare dalla porta principale nel mondo dello spettacolo.

Poi però arrivarono le note dolenti: il cellulare smise di squillare e nessuno sembrava più essere interessato a lui. Sembrava, eh? A quanto l'ex gieffino rivela a DiPiù, pare che l'assenza di ospitate e telecamere l'avesse messo proprio ko, ma infine qualcosa e qualcuno lo salvarono: il suo amore per la cucina e quello per la fidanzata, Stefania, che ha deciso di espatriare con lui per consentirgli di aprire un bar a Barcellona. Certo, perché in Italia proprio non si poteva fare. Voglio dire: sai i paparazzi, poi? Eh:

Ho investito parte dei guadagni ottenuti nel periodo d’oro del Grande Fratello in una caffetteria paninoteca che si trova in centro città. Il caffè del mio bar è considerato il più buono di tutta Barcellona. E il posto è frequentatissimo anche per le focacce che preparo personalmente. Lì dentro faccio di tutto, ma di certo la cosa che mi piace di più è mettermi in cucina, davanti ai fornelli. Nonostante la crisi economica che stanno vivendo, agli spagnoli piace mangiare fuori casa e gli affari vanno molto bene. Poi la sera chiudo la saracinesca del locale e torno da Stefania. Dopo una giornata di lavoro, siamo stanchi morti e adoriamo stare in casa come una coppia qualsiasi che ha faticato tutto il giorno.

Un ex gieffino ridotto addirittura a vivere di lavoro e ad avere una relazione da "coppia qualsiasi". Una storia davvero molto triste, già. Ma ve lo vedete anche voi rosicare fortissimo mentre fa zapping in tivvù e intercetta quasi esclusivamente programmi di cucina?

  • shares
  • +1
  • Mail